“Con l’intesa di oggi in Conferenza Unificata sullo schema di decreto del ministero dello Sviluppo economico, si potranno finalmente dare risposte certe per permettere il finanziamento e gli interventi di produzione energetica da fonti alternative. La versione attuale del decreto, che contiene le richieste emendative dell’Anci, è quindi risolutiva rispetto alle precedenti difficoltà di gestione del contributo”. Così il presidente del Consiglio Nazionale Anci e sindaco di Catania, Enzo Bianco, al termine dell’Unificata che ha trattato, tra l’altro, l’aggiornamento del sistema di incentivazione dell’energia termica da fonti rinnovabile e gli interventi di efficienza energetica di piccole dimensioni, detto anche “Contro Termico”.
“Fino ad ora – ha detto Bianco – c’era troppa discrezionalità sulle domande ma con l’intesa di oggi la procedura di accesso agli incentivi è tale per cui la prenotazione degli stessi da parte del Gse nell’individuare un creditore certo equivale ad un atto di impegno”.
A fronte della decisione di oggi, spiega l’Anci, l’ente locale è quindi nelle condizioni di allocare a bilancio la somma relativa all’intervento e può utilizzare il finanziamento già nella fase di selezione pubblica del partner terzo.
Il presidente Bianco ha poi annunciato che quella di oggi è l’ultima Unificata presiduta dal ministro dell’Interno Angelino Alfano “che ringrazio per il lavoro svolto, che continueremo con il prossimo ministro per gli Affari regionali. Un grazie anche al sottosegretario Bressa che insieme al ministro dell’Interno ha fatto sì che non pesassero le difficoltà di non avere un ministro”. (ef)